Brescia, 6 ottobre 2017 - Il Brescia si sta avvicinando alla trasferta che domenica lo porterà in casa dell'Entella. Mister Boscaglia sta preparando con attenzione la partita, riservando, nello stesso tempo, un occhio di riguardo alle condizioni degli acciaccati. In questo senso la notizia positiva è che Longhi è ormai completamente a disposizione, mentre quella negativa è la conferma che Torregrossa e Caracciolo non saranno certamente della partita (insieme anche a Ndoj, che è impegnato con la nazionale dell'Albania allenata da Christian Panucci).

Nonostante l'attesa guarigione definitiva dell'ex terzino del Sassuolo, indicato da molti come fondamentale per il passaggio alla difesa a quattro, le Rondinelle a Chiavari con tutta probabilità si schiereranno con il consueto 3-5-2. Praticamente certo il pacchetto arretrato (con Somma, Meccariello e Gastaldello davanti a Minelli), può riservare qualche variazione sul tema il centrocampo, mentre l'attacco dovrà puntare, quasi forzatamente, su Ferrante e Rinaldi, le uniche punte di ruolo disponibili insieme al giovane Cortesi. In mezzo al campo, ricordato che Checchin sta continuando il lavoro personalizzato per recuperare dall'infortunio, si contendono una maglia da titolare Bandini e Cancellotti, anche se, variando la disposizione in campo degli altri compagni di reparto, potrebbero anche partire dal 1' entrambi, magari ai danni di Dall'Oglio. Il Brescia guarda al confronto con l'Entella con il fermo proposito di dare continuità alla serie positiva e dimostrare una volta per tutte che questo gruppo ha le carte in regola per fare bene.