Brescia, 11 novembre 2017 - E' un Brescia "arrabbiato" e che potrebbe presentare alcune modifiche quello che domani (si gioca alle 15 con la direzione arbitrale di Gianluca Aureliano di Bologna che ha preso il posto di Daniele Martinelli di Roma2) renderà visita al Carpi. Gli emiliani sono carichi per il bel successo colto con l'Ascoli, ma le Rondinelle vogliono cancellare la brutta sconfitta con il Venezia che ancora brucia:

"Loro sono lanciati - è la presentazione di Pasquale Marino - ma sicuramente si troveranno di fronte un Brescia agguerrito, che ha voglia di riscattarsi subito. Sabato abbiamo sbagliato atteggiamento, dobbiamo capire che certi modi di stare in campo non vanno bene. Ci abbiamo lavorato per tutta la settimana e la squadra lo ha capito. La rabbia accumulata va trasformata in cattiveria agonistica, proprio l'atteggiamento che non abbiamo avuto con il Venezia". In vista della trasferta di Carpi il Brescia potrebbe "virare" sulle due punte, Torregrossa è ormai pronto e potrebbe affiancare l'inamovibile Caracciolo: "Staremo a vedere - si nasconde il tecnico biancazzurro - cerco di far giocare chi sta meglio. In questa settimana si è allenato poco Furlan, anche se negli ultimi giorni si è ripreso molto bene. In compenso Longhi ha fatto vedere di essere in netta crescita. Ho qualche opportunità in più tra cui scegliere. Tra queste c'è anche Torregrossa, che è ormai a disposizione da alcune settimane. Al di là di chi scende in campo quello che conta è lo spirito di sacrificio e l'umiltà di tutti, a cominciare proprio dagli attaccanti. Se c'è questo atteggiamento possiamo giocare con qualsiasi modulo". Il Carpi è avvisato per proseguire la sua serie positiva dovrà fare i conti con un Brescia concentrato e motivato, ben deciso a non commettere errori per non far tardare oltre la sua risalita.