Bergamo, 12 agosto 2017 - Alla Signora non si può dire no. Nemmeno per una Dea. Leonardo Spinazzola è ad un passo dal ritorno alla Juventus dove ha mosso i primi passi da professionista, prima della trafila in B e dell’esplosione nell’Atalanta, dove i bianconeri un anno fa lo avevano mandato a maturare con un prestito biennale. Scadenza 30 giugno 2018. Ma le esigenze tattiche di Allegri hanno obbligato la Juve a forzare la mano chiedendone il ritorno anticipato di un anno. Spinazzola con Gasperini è esploso a sinistra, ma può giocare a destra, scalando anche come esterno in una difesa a quattro. Un jolly per diverse posizioni. Per questo la Juventus ha cominciato a bussare alla porta dell’Atalanta da fine luglio, inviando Paratici allo stadio di Bergamo in occasione dell’amichevole con il Lille. Il primo assalto, poi un vero assedio con la dirigenza orobica a respingerlo, ribadendo di volerlo trattenere come da accordi fino a giugno. Fino alle ultime ore. In cui qualcosa è cambiato, complice anche la volontà del giocatore di vestire in bianconero fin da subito.

Giovedì sera Spinazzola era stato stato inserito nell’elenco dei convocati per l’amichevole di Valencia, ma ieri mattina non è salito sul charter con il resto della squadra. Indizio decisivo per ritenere che l’esperienza in nerazzurro del numero 37 sia ai titoli di coda. Radio mercato racconta che l’intesa sia stata raggiunta inserendo nella trattativa il 24enne uruguaiano Diego Laxalt, mancino esploso due stagioni fa nel Genoa allenato da Gasperini, che lo ha indicato come unica alternativa a Spinazzola. Per questo la Juve starebbe collaborando, mettendo i 10 milioni chiesti dal Genoa, per un affare che porterebbe Laxalt all’Atalanta, liberando Spinazzola per il rientro in bianconero. Oppure per una lucrosa cessione per 25 milioni al Borussia Dortmund, stando ad altre voci di mercato rimbalzate dalla Germania. Se così fosse nel giro di pochi giorni il centrocampo atalantino verrebbe rivoluzionato, con l’innesto di Laxalt dopo quello dell’olandese Marten De Roon, arrivato solo due giorni fa a Bergamo. Due titolari da inserire ad una settimana dal debutto in campionato contro la Roma.