Bergamo, 4 ottobre 2017 - Traguardo vicino, meno sei chilometri. Felice Gimondi cade durante il finale della Gran Fondo all’Eroica e riporta la microfrattura alla spalla con rottura dei legamenti. Una brutta avventura per il campione bergamasco giunto nel senese per festeggiare i 75 anni. Una scivolata improvvisa, probabilmente dovuta all’asfalto bagnato e per Gimondi l’inevitabile caduta a terra.

Da grande professionista quale è stato, si è rialzato per finire la gara ma è stata Norma, la figlia, ad impedirgli di continuare e di risalire in bicicletta. Rientrato nella sua abitazione di Paladina, Gimondi ha avuto un lieve mancamento ed è stato subito trasportato al Pronto soccorso dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dove sono stati effettuati gli acertamenti che hanno evidenziato, oltre alla microfrattura, un lieve trauma facciale con interessamento dell’occhio sinistro. Gimondi ha trascorso la notte bene. Dovrà però rimanere sotto osservazione per il trauma cranico che ha avuto, e dovrà portare il tutore. Tra una settimana sarà sottoposto a tac alla testa, mercoledì 11 ottobre avrà la visita dall’ortopedico. Un grande spavento ma sembra sia tutto sotto controllo.