Bergamo, 17 agosto 2016 - Ryanair torna a scommettere sull'Italia e, in particolare, sull'aeroporto bergamasco di Orio al Serio che, con i suoi oltre 10 milioni di passeggeri all'anno, occupa ormai stabilmente il terzo posto, per volumi di traffico, nella graduatoria degli scali nazionali.

La compagnia aerea irlandese, leader nel settore dei collegamenti low cost, ha infatti deciso di attivare, entro l'estate del prossimo anno, complessivamente 44 nuove rotte, tre delle quali proprio da Orio: le destinazioni, indicate dall'amministratore delegato Michael O' Leary, saranno Edimburgo, nel Regno Unito, Vigo, in Spagna, e Lussemburgo. L'ampliamento dell'offerta rientra nel piano di investimenti decisi dalla stessa compagnia dopo la decisione del Governo, da una parte, di annullare l'incremento di 2,50 euro della tassa municipale che sarebbe dovuto entrare in vigore dall'1 settembre e, dall'altra, di modificare le linee guida aeroportuali così da permettere agli scali regionali di competere in condizioni di parità, purché in ottemperanza alle normative europee, con quelli di Roma e Milano. Le ricadute non mancheranno: Ryanair è infatti pronta, fra l'altro, a destinare un miliardo di euro per 10 nuovi aerei da destinare al mercato italiano e non chiuderà, come annunciato nei mesi scorsi, la base di Pescara. 

"Per festeggiare questa crescita record in Italia" Ryanair sta mettendo in vendita sul proprio sito 100mila posti in offerta a partire da 8 euro, che sono disponibili per la prenotazioneentro giovedì (18 agosto) per viaggiare ad ottobre e novembre.