Bergamo, 29 settembre 2016 - Non solo qualità. Bonduelle Italia conferma la concretezza del proprio impegno verso un approccio sostenibile all’agricoltura e alla produzione: gli stabilimenti di San Paolo d’Argon (BG) e Battipaglia (SA) - di OP OASI Società Agricola Consortile r.l, partner esclusivo di Bonduelle Italia per la fornitura del Fresco di IV Gamma – hanno ottenuto infatti la certificazione ai sensi dello standard internazionale ISO 50001 del Sistema di Gestione dell’Energia.

I due siti produttivi collocati in Lombardia e Campania sono i primi nel settore della IV Gamma (gli ortofrutticoli freschi confezionati e pronti per il consumo) ad aver completato l’iter per la certificazione ISO 50001. Con questo risultato, gli stabilimenti di San Paolo d’Argon e Battipaglia s’inseriscono nella rosa degli appena 7300 siti produttivi nel mondo (743 in Italia) che si sono dotati di un sistema di gestione dell’energia (SGE) conforme alla norma ISO 50001:2011, standard che si applica su base volontaria e che fornisce alle organizzazioni linee guida, strumenti di monitoraggio e indicazioni operative orientate al costante miglioramento delle prestazioni in campo energetico e ambientale. La norma si occupa, di descrivere quali sono i requisiti fondamentali che un sistema di gestione dedicato “dovrebbe avere” per consentire all’azienda o al singolo stabilimento un utilizzo più efficiente dell’energia elettrica e termica, con il conseguente abbattimento sia della bolletta energetica sia delle emissioni di gas serra nell’ambiente. 

“Il raggiungimento della certificazione ISO 50001 per gli stabilimenti di OP OASI è una tappa importante nel più ampio percorso di innovazione, eccellenza qualitativa e sviluppo sostenibile che il Gruppo Bonduelle sta portando avanti da tempo a livello internazionale e nel nostro Paese, sia direttamente che con i partner esclusivi della filiera, come OP OASI” - ha commentato Gianfranco D’Amico, Amministratore Delegato di Bonduelle Italia. ”È importante ricordare che tale conformità allo standard di riferimento nella gestione dell’energia è solo uno dei passi che stiamo intraprendendo per migliorare la nostra carbon footprint e, più in generale, per migliorare il nostro impegno a rispettare il pianeta onorando le nostre responsabilità.