Verdello (Bergamo), 30 settembre 2017 - In casa vive con 20 cani e, dopo le proteste dei vicini e in base a quanto previsto da un regolamento regionale, potrebbe essere obbligata a scendere come minimo a dieci. Nel frattempo le è stata comminata una sanzione di 300 euro per "non aver comunicato al sindaco di essere in possesso di un così alto numero di animali d'affezione".

Il caso è quello di una donna residente a Verdello e nella cui abitazione, una villetta con giardino, si sono recati gli agenti della polizia locale. Il sopralluogo è stato deciso in seguito alle segnalazioni anche dei proprietari di alcune attività nelle vicinanze, esasperati dal continuo abbaiare dei cani. Nell'abitazione sono state trovate cucce realizzate in cemento che dovranno essere abbattute perché abusive, senza autorizzazione dal Comune. Il problema principale riscontrato dalla polizia locale, però, è l'elevato numero di cani trovati nell'abitazione: in tutto 20 di piccola taglia di cui in municipio si ignorava la presenza.