Terno d'Isola (Bergamo), 16 giugno 2017 - E' morta travolta da un furgone che stava effettuando la retromarcia in un parcheggio. La vittima è una giovane mamma di 30anni, Ibtissam Hachimi, originaria del Marocco e residente in via Roma, poco distante dal punto in cui è stata investita. La tragedia si è consumata sotto gli occhi del figlio di 8 anni, rimasto leggermente contuso. Sotto choc, invece, il conducente del mezzo, un romeno di 37 anni. Colto da malore, è stato portato al pronto soccorso del vicino ospedale. L’uomo è indagato per omicidio colposo (il pm di turno è Raffaella Latorraca).

L’incidnete è successo poco dopo le 12, a Terno d’Isola. Secondo una prima ricostruzione, la mamma era appena andata a prendere il figlioletto a scuola e stava per rientrare a casa, dove li aspettava il marito. Camminava all’interno del parcheggio di via Roma, a poche centinaia di metri dalla sua abitazione, al civico 37. Al suo fianco il bambino. Poco prima era arrivato un corriere che aveva effettuato una consegna nell’unico negozio che c’è in zona (vende prodotti in vimini). Dopo aver concluso lo scarico l’autista è risalito sul furgone è ha iniziato a fare retromarcia per uscire dal parcheggio. Dietro, a una certa distanza, si trovava la donna con il piccolo. L’autista ha ingranato la retro è ha iniziato la manovra senza accorgersi della presenza dei pedoni. Il furgone ha travolto la donna: una scena terribile cui ha assistito il figlio. Lanciato l’allarme, sul posto la centrale operativa del 118 ha inviato un’automedica e un’ambulanza, ma quando il personale sanitario ha raggiunto il luogo dell’incidente per la mamma non c’era più nulla da fare. Poco dopo è arrivato anche il marito, disperato, e altre mamme che conoscevano la vittima. Per i rilievi sono intervenuti gli agenti della polizia locale di Terno d’Isola e i carabinieri della Compagnia di Zogno