Bergamo, 10 febbraio 2018 - Blitz degli antagonisti la notte tra venerdì e sabato alla sede della Lega in via Montello a Bergamo. Secondo quanto "rivendicato" con un comunicato e una fotografia postati su Facebook, a "sanzionare" il Carroccio lanciando della vernice sulle vetrine della sezione, sono stati alcuni militanti del collettivo Kascina autogestita popolare.

"Sappiamo che la mamma dei cretini è sempre incinta ma se da sinistra si fa una campagna elettorale soffiando solo sul fuoco delle polemiche, accusando la Lega di razzismo, ecco cosa succede" ha scritto in una nota il vicepresidente leghista del Senato, Roberto Calderoli, aggiungendo "forse per la sinistra se aggredisci un leghista non sei un 'kompagno che sbaglia'". "Giorgio Gori - ha concluso Calderoli - teorico sindaco di Bergamo anche se via da mesi per la sua campagna elettorale, non ha nulla da dire a riguardo?".