San Paolo d'Argon (Bergamo), 21 aprile 2017 - Con tutta probabilità i banditi lo stavano seguendo. Ma prima di agire hanno atteso il momento opportuno. Che si è presentato quando l’addetto al ritiro dei soldi dalle casse delle slot machine durante il giro quotidiano si è fermato nel parcheggio che si trova vicino al bar “Quaranta”, di fronte al centro commerciale Bennet, a San Paolo d’Argon.

Erano da poco passate le 12.15. L’addetto è sceso dal suo furgoncino è si è diretto verso il locale. Non si è accorto che a a bordo di un’Audi c’erano un paio di persone che lo stavano spiando. Erano i malviventi già appostati per compiere la rapina. L’uomo è andato al bar, ha svuotato le casse delle macchinette e poi ha fatto ritorno verso il suo mezzo per poi riprendere il giro di altri bar della zona. Ed è stato a questo punto che i rapinatori si sono materializzati. Uno, volto coperto e armato di pistola si è avvicinato all’addetto e dopo avergli mostrato l’arma lo ha costretto ad aprire il baule del furgoncino: all’interno, infatti, era custodita una cassa con il contante: il bottino è di circa diecimila euro. Afferrato il bottino il malvivente ha raggiunto il complice che lo attendeva a bordo dell’Audi per poi allontanarsi a tutta velocità facendo perdere le proprie tracce. Scattato l’allarme, sul posto è intervenuta una pattuglia dei carabinieri della stazione di Trescore Balneario che ha avviato le indagini partendo dal racconto della vittima. Più tardi l’Audi dei banditi è stata intercettata in autostrada A4 in direzione Milano. Evidentemente gli autori del colpo potrebbero essere saliti dal casello di Seriate per poi proseguire il tragitto. Un aiuto agli investigatori per risalire all’identità dei malviventi potrebbe arrivare anche dalla visione delle telecamere installate in zona: nelle vicinanze.