Bergamo, 1 dicembre 2017 -  Arrestata dai carabinieri di Zogno l'operatrice di una comunità che si occupa di persone affette dalla sindrome di Down. L'accusa è di maltrattamento e l'arresto è stato eseguito oggi in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Bergamo, al termine di un'attività investigativa dell'Arma avviata a inizio novembre anche con l'utilizzo di microspie installate in una struttura assistenziale della valle Brembana. Dai filmati sono emerse le violenze: la donna, 50 anni, è già stata trasferita in carcere.