Bergamo, 4 ottobre 2017 -  Al via i lavori per la realizzazione della nuova fermata ferroviaria all'altezza dell'ospedale Papa Giovanni XXIII, lungo la linea Bergamo-Lecco, che sarà pronta a dicembre. Presenti al taglio del nastro, questa mattina, Maurizio Gentile, amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana, Alessandro Sorte, assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia, Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, Matteo Rossi, presidente della Provincia di Bergamo e Carlo Nicora, direttore generale Asst Papa Giovanni XXIII.

La fermata, per cui Rfi ha investito 1,5 milioni di euro, sarà fra i binari già esistenti e l'ospedale che ha oltre 900 posti letto e rispetterà tutte le norme di accessibilità. Avrà un marciapiede lungo 250 metri e alto 55, per facilitare la salita e la discesa dai treni, e una pensilina a cui si arriva da scala e rampa, e sul marciapiede percorsi tattili per indicare il percorso a chi ha problemi di vista. Un percorso ciclopedonale illuminato collegherà il piazzale esterno della fermata con l'ospedale. Un percorso ciclopedonale illuminato collegherà il piazzale esterno della fermata con l’ospedale. La conclusione dei lavori è prevista a dicembre 2017. 

"Fino al 2015 - ha spiegato Sorte - sembrava un’idea folle. La Regione invece ci ha creduto anche grazie al contributo delle istituzioni locali oggi siamo qui a mettere la prima pietra". Il progetto è molto più ampio e prevede anche il raddoppio del binario «cosa che potrà cambiare il volto della provincia di Bergamo». Il raddoppio dei binari è già stato finanziato con 70 milioni di euro. "Questo significa - ha concluso l’assessore - che a regime non solo ci saranno i nuovi treni che arriveranno nei prossimi tre o quattro anni grazie al nostro investimento record di 1,6 miliardi di euro, ma qui ci sarà anche un treno ogni 15 minuti".