Verdellino (Bergamo), 27 dicembre 2017 - Oggi alle 15 Parre darà l’ultimo saluto a Claudio Scarpellini, il giovane escursionista di 26 anni, iscritto al Cai, morto sotto gli occhi della fidanzata la mattina della vigilia di Natale, dopo essere scivolato su una cascata ghiacciata nella zona del passo di Pozzera, sulla Presolana.All’origine dell’incidente ci sarebbe una tragica fatalità: il ragazzo, esperto di montagna così come la fidanzata, sarebbe inciampato nei ramponi mentre si apprestava a scendere, cadendo nel vuoto.

Tanti i messaggi di cordoglio e di ricordo giunti da tutta la Val Seriana: Claudio aveva fatto parte del settore giovanile del Cai di Clusone ed era conosciuto tra gli escursionisti. «In paese siamo tristi e scossi per la notizia di questo tragico evento - ha detto il sindaco di Parre, Danilo Cominelli - . Claudio era un ragazzo solare e gentile, amava la montagna e gli piaceva molto viaggiare». Lascia nel dolore la mamma e il fratello, mentre il papà era morto da qualche anno.

E' grave invece un ciclista caduto ieri in un dirupo mentre era con un amico su un sentiero di montagna. L’elicottero del Soccorso Alpino non poteva raggiungerli perché le condizioni meteorologiche erano molto difficili, con visibilità ridotta a causa della nebbia e una nevicata in corso. I tecnici, partiti dalla stazione di Oltre il Colle e da Clusone, sono riusciti a raggiungerlo a piedi, lo hanno messo in sicurezza e trasportato a valle, nella zona del Colle di Zambia, fino ai mezzi di soccorso, che lo hanno trasportato in ospedale.