Bergamo, 28 dicembre 2017 - Per il secondo anno consecutivo, piazza Matteotti sarà il centro nevralgico di fine anno. Il comune di Bergamo, in collaborazione con Radio Number One, è pronto ad accogliere il 2018 all’insegna di musica, canti e balli. Domenica 31 dicembre, dalle 20 fino alle 2 del mattino successivo, si susseguiranno sul palco, appositamente allestito per l’occasione, numerosi ospiti, che a turno intratterranno grandi e piccini per dare un caloroso benvenuto al nuovo anno.

A livello musicale, dunque, la serata si aprirà sulle note di Dj set e concerti showcase a cura degli speaker ufficiali di Radio Number One, Massimo Biggi e Luca Viscardi, che introdurranno il main guest Ivan Cattaneo, bergamasco e mente geniale del panorama musicale italiano, che farà la sua comparsa intorno alle 22, regalando alla cittadinanza un vero e proprio spettacolo in stile “Cattaneo”. Due saranno i momenti musicali che si svilupperanno nel corso della lunga notte in attesa del nuovo anno: nella seconda parte della serata, infatti, è previsto il “One man show” di Fulvio Effe, cantante e musicista polistrumentista nonché vincitore dell’Accademia di Sanremo Giovani, che si esibirà in un momento di musica a 360°, con un repertorio che spazia dagli anni ’60 fino ad arrivare alle hit dei giorni nostro, il tutto mixato in medley appositamente pensato per far cantare e divertire il pubblico. In chiusura, un breve intervento della scena notturna di Bergamo, con un Dj set showcase, a cura di Clash Club.

In linea con le direttive nazionali, sarà vietata introduzione del vetro: saranno controllati gli ingressi per impedire di portare rcipienti e bottiglie di vetro all’interno dell’area concerto. Sarà comunque rpesente un servizio di somministrazione di cibo e bevande, che offrirà un momento conviviale con il tanto atteso brindisi di mezzanotte. «L’obiettivo è consegnare ai festeggiamenti per il nuovo anno una piazza Matteotti in tutta sicurezza, che possa accogliere famiglie, bambini e giovani, minimizzando gli eventuali rischi del momento» spiega il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori.