Bergamo, 11 ottobre 2017 - Fare risultato a Genova, contro la Sampdoria, per restare agganciati al gruppo che insegue le prime. Per l’Atalanta, dopo tre giorni di riposo, è iniziata la settimana di preparazione per la trasferta di domenica a Marassi con una seduta di allenamento pomeridiana a Zingonia, a ranghi ancora ridotti. Senza il capitano Papu Gomez, impegnato in Ecuador con la sua Argentina, senza lo svizzero Freuler e senza i tre ragazzi dell’under 21, Mancini, Orsolini e Vido. Un po’ di palestra, poi tattica sul campo e carichi differenziati per chi ha giocato con le nazionali nei giorni precedenti. 

Gian Piero Gasperini aumenterà i carichi di lavoro nella seduta di questo pomeriggio, quando riavrà quasi tutti gli effettivi a disposizione, tranne Gomez, e inizierà a valutare la formazione da opporre ai blucerchiati. «Avere tanti giocatori convocati con le nazionali un po’ dispiace perché, dopo aver giocato tanto in pochi giorni, i ragazzi hanno bisogno di un po’ di riposo e recupero, ma sono convinto che le Nazionali diano sempre grande spinta e grande adrenalina: sono un’esperienza importante per tutti. Quando tornano magari i giocatori sono un po’ più stanchi, ma sicuramente più arricchiti», ha spiegato Gasperini negli scorsi giorni, facendo buon viso a cattivo gioco di fronte alle tante assenze. Nessun turn over tattico a Marassi, nessuno verrà risparmiato in vista della successiva gara di coppa contro i ciprioti dell’Apollon Limassol, ma il tecnico di Grugliasco dovrà valutare le condizioni di chi è stato spremuto dalle nazionali, tra allenamenti pesanti, partite ad alto tasso di stress e viaggi. È il caso di Leonardo Spinazzola, che ha giocato novanta minuti sia contro la Macedonia che contro l’Albania, e prima aveva avuto un impiego full time contro Fiorentina, Lione e Juventus: cinque gare intere in appena 15 giorni. Discorso analogo per Josip Ilicic, che ha giocato entrambe le partite con la sua Slovenia, o di Freuler con la Svizzera.

Mentre l’uomo chiave nello scacchiere nerazzurro, il capitano Gomez, rientrerà in Italia domani mattina e dovrà rapidamente smaltire le tossine per il fuso orario intercontinentale. Gasperini in vista della Samp dovrebbe avere meno problemi dietro, dove hanno potuto rifiatare i titolari Caldara, Masiello e Palomino, quest’ultimo lambito da premature voci di mercato, su un possibile interesse della Roma per averlo già a gennaio. Mentre il brasiliano Toloi, che ha lavorato a parte per recuperare dalla lesione al retto femorale rimediata a Firenze, sta meglio e ieri ha ripreso ad allenarsi con il resto del gruppo e dovrebbe essere disponibile per domenica. A centrocampo hanno tirato il fiato gli stranieri De Roon, Hateboer, Castagne e Gosens, per cui non ci sono problemi, considerando anche Cristante, poco utilizzato in azzurro. Davanti ha riposato solo Petagna, mentre Cornelius ha giocato uno spezzone con la Danimarca e Kurtic uno con la Slovenia, ma rinunciare a Ilicic e Gomez sembra impensabile in questo momento.