Bergamo, 19 marzo 2017 - Dopo il risultato shock dell'1-7 con l'Inter, l'Atalanta si riscatta subito in casa contro il Pescara: 3-0 grazie a Grassi e a una doppietta di Gomez. Gli abruzzesi si sono rivelati l'avversario ideale per riprendersi dal trauma di 'San Siro', senza praticamente mai tirare in porta. E così, la Dea torna a sperare nell'Europa League.

Successo netto e meritato per i nerazzurri, padroni della gara sin dalle prime battute. Già al 6' la prima occasione, con Gomez che impegna Bizzarri con una conclusione potente poco dentro l'area di rigore. Al 13' lo stesso Gomez ci riprova ed è più fortunato: Atalanta in vantaggio grazie alla conclusione tesa e precisa del Papu, bravo a mettere a terra il pallone su traversone dalla destra di Hateboer. I nerazzurri vanno vicini al raddoppio al 17' nel modo più spettacolare possibile: clamoroso tentativo in rovesciata di Toloi su cross di Gomez, un colpo di reni di Bizzarri nega la soddisfazione dell'eurogol al difensore. L' Atalanta insiste e sfiora altre due volte la rete a cavallo della mezz'ora prima con Cristante, che spara fuori di testa su corner di Gomez, poi con Petagna che manca di poco il bersaglio dal limite. Il Pescara si fa vedere per la prima volta sotto porta al 33' con Zampano, che spara alto di sinistro su invito di Cerri. Nella ripresa è Grassi a sfiorare subito il 2-0: miracoloso ancora una volta Bizzarri. Ci prova anche Petagna al 12', su sponda di Masiello, ma la sua conclusione a porta vuota è imprecisa. Al 24' l' Atalanta mette al sicuro il risultato: incursione sulla sinistra di Gomez, tocco al centro per Grassi che da due passi non sbaglia. Il Pescara è sulle gambe, eppure al 32' ha un sussulto: azione personale di Benali che si libera di due avversari e spara a rete, Toloi salva i suoi. L' Atalanta, comunque, controlla senza troppi problemi ed al 37' sfiora ancora il gol con Paloschi, che coglie la traversa a porta vuota. Il 3-0 arriva nel recupero e porta la firma di Gomez, il migliore in campo.

 

ATALANTA (3-5-2): Gollini 6; Masiello 7, Caldara 7, Toloi 7; Hateboer 6.5, Grassi 6.5 (40' st Migliaccio sv), Freuler 6.5, Cristante 5 (18' st Kessie' 6), Spinazzola 6.5; Gomez 8, Petagna 5.5 (18' st Paloschi 5).
In panchina: Melegoni, Raimondi, Mounier, D'Alessandro, Pesic, Rossi, Zukanovic, Berisha, Bastoni.
Allenatore: Gasperini 6.5.
PESCARA (4-3-3): Bizzarri 5.5; Zampano 5, Coda 5, Bovo 5, Biraghi 6; Crescenzi 5.5 (35' st Bahebeck sv), Muntari 4, Memushaj 5.5 (35' st Kastanos sv); Verre 5 (25' st Coulibaly 5), Cerri 5.5, Benali 6.
In panchina: Muric, Mitrita, Milicevic, Brugman, Fiorillo, Cubas, Fornasier, Campagnaro.
Allenatore: Zeman 4.5.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna 6.5.
RETI: 13' pt Gomez, 24' st Grassi, 48' st Gomez.
NOTE: Spettatori paganti 5.100 circa. Giornata primaverile, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Muntari, Masiello, Verre, Hateboer. Angoli: 7-5. Recupero: 0' pt; 3' st.